Carciofo EIE

Adama

VN5L8P

Nuovo

E.I.E.CARCIOFO

Flacone 30ml

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

18,00 €

tasse incl.

E.I.E.CARCIOFO

Flacone 30ml

NOME BOTANICO

Cynara scolymus

FAMIGLIA

Asteraceae

PERIODO BALSAMICO

Aprile-Luglio

DROGA UTILIZZATA

Foglie

Il Carciofo(Cynara scolymus) è una pianta della famiglia delle Asteraceae. Si tratta di una pianta erbacea perenne alta fino a 1,5 m. d’altezza, provvista di un rizoma sotterraneo dalle cui gemme si sviluppano più fusti, che all’epoca della fioritura si sviluppano in altezza con una ramificazione dicotomica. Il fusto, come in tutte le piante ”a rosetta”, è molto raccoriciato (2-4 cm.),mentre lo stelo floreale è robusto, cilindrico  e carnoso, striato longitudinalmente.

Documentazioni storiche, linguistiche e molecolari sembrano indicare che la domesticazione del carciofo (Cynara scolymus) dal suo progenitore selvatico (Cynara

cardunculus) possa essere avvenuta in Sicilia ,a partire dal I secolo  circa. Proprio in orti familiari della Sicilia centro-occidentale(nei dintorni di Mazzarino)ancora oggi si conserva un’ antica cultivar che, sotto il profilo morfo-biologico e molecolare, sembrerebbe una forma di transizione tra il cardo selvatico ed alcune varietà di carciofo di più ampia diffusione.

NOTE STORICHE E SIMBOLISMO

Anche il carciofo come molti ortaggi è il protagonista di una leggenda. In essa si narra che Giove si innamorò della bella ninfa Cynara; Giunone ,moglie di Giove, gelosa e furente per le attenzioni che il suo sposo aveva per la bella ninfa dai capelli color cenere, la trasformò in carciofo. Nell’antico Egitto il carciofo era considerato la pianta dell’aldilà, pare ci fosse infatti la consuetudine di regalare dei carciofi come dono funebre. Il carciofo era già conosciuto dai greci e dai romani ,ma sicuramente si tratta del progenitore selvatico; al tempo dei Romani ,comunque, sognare i carciofi era considerato segno nefasto. Caterina de Medici che ne era grande estimatrice, introdusse l’ortaggio in Francia e sulle tavole dei francesi, e a quanto sembra in quel periodo storico si attribuivano poteri afrodisiaci a questa pianta. Pablo Neruda, premio Nobel per la letteratura nel 1972,scrisse il poema “Oda a la Alcachofa”, ”Ode al carciofo”, che è parte della raccolta “odas Elementales”.

PRINCIPI ATTIVI

I principi attivi contenuti nelle foglie e nella radice del carciofo sono polifenoli come la cinarina, considerata più potente nella cura dei disturbi di origine epatica contenuto nel carciofo, e derivati dell’acido caffeico conazione coleretica e diuretica, eterosidi flevonoidici, come il cinaroside e il luteoloside, tannini, steroli,lattoni sesquiterpenici come la cinaropicrina, sali minerali, inulina ed enzimi.

PROPRIETA’

Il carciofo è stato tradizionalmente usato per trattare i sintomi associati ai disturbi digestivi e come protettore della funzionalità epatica. Esso è in effetti stimolante della funzione epatica e della secrezione biliare. Molto utile nel ridurre i sintomi della dispepsia ,come dimostrano numerosi studi clinici condotti contro placebo, si è evidenziato di valido aiuto anche nel ridurre i livelli ematici di colesterolo, grazie all’aumento ,da esso favorito, di secrezione degli acidi biliari che aiutano l’eliminazione del colesterolo attraverso le feci, determinandone così l’abbassamento di livello nel sangue.

Così come è in grado di ridurre i livelli di colesterolo, il carciofo mostra attività nel ridurre l’ossidazione dei lipidi, causa di aumento del rischio cardiovascolare, insieme all’ipercolesterolemia.

Il carciofo sembra inoltre essere particolarmente utile nei soggetti che abbinano difficoltà digestiva la sindrome del colon irritabile: l’assunzione di estratti di foglie di carciofo ha infatti dimostrato di ridurre la severità dei sintomi con dolore addominale, crampi, gonfiore e costipazione in questi pazienti. Si ipotizza in questo caso un ruolo essenziale nella presenza di inulina, substrato prebiotico utile alla crescita dei batteri intestinali favorevoli per la digestione e la salubrità dell’ambiente colico intestinale.

INDICAZIONI PRINCIPALI

Dispepsia epato-biliare

Epatopatie coleretiche

Steatosi epatica

Dislipidemie

Stipsi

INTERAZIONI CON FARMACI E AVVERTENZE

Evitare l’assunzione in pazienti affetti da calcolosi delle vie biliari. A causa della notevole presenza di inulina può provocare fermentazione intestinale nei soggetti predisposti. Evitare l’uso durante l’allattamento, poiché è ipogalattogeno. Non utilizzare in concomitanza con farmaci gastro lesivi e irritanti della mucosa gastrica.

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Carciofo EIE

Carciofo EIE

E.I.E.CARCIOFO

Flacone 30ml

Nata nel 2008 dalla volontà di un pool di professionisti, ADAMA attribuisce da sempre grande valore a principi quali l’etica e la professionalità, che costituiscono le fondamenta di un’azienda che non ha mai voluto basare il proprio sviluppo sul business fine a se stesso. L’azienda punta primariamente a proporre prodotti salutistici altamente innovativi e di qualità, caratterizzati da un elevato grado di efficacia; prodotti in grado di rivoluzionare il mercato grazie ad una tecnologia unica ed esclusiva, novità assoluta nel panorama internazionale.


 


Lo spirito di innovazione di ADAMA si è concretizzato nella creazione degli Estratti IdroEnzimatici (E.I.E.), frutto di anni di ricerca in ambito universitario nel settore delle biotecnologie applicate all’alimentazione. La complessa ed innovativa tecnica di estrazione consente agli E.I.E. di contenere il 100% del fitocomplesso racchiuso nella pianta di origine in una forma altamente biodisponibile per l’organismo. Il fatto di non utilizzare solventi in alcuna fase del processo di estrazione permette di ottenere degli estratti sicuri sia per la salute che per l’ambiente. Inoltre, per assicurare al cliente finale un prodotto di alta qualità, ciascun lotto di produzione viene sottoposto ad un’accurata analisi chimico-fisica.


 


Il campo di intervento di ADAMA è estremamente ampio e copre tutte le branche della Medicina Non Convenzionale sia in ambito umano che veterinario.


 


I canali di informazione, distribuzione e vendita dei prodotti ADAMA coprono in modo capillare il territorio nazionale essendo proposti attraverso molteplici soggetti: medici, naturopati, dietologi, farmacie, erboristerie e professionisti del settore in genere.


 


Inoltre, l’interesse dei mercati esteri nei confronti degli E.I.E. sta portando l’azienda ad espandere il proprio raggio d’azione ben oltre i confini nazionali.